Contemplare le ricercate tematiche delle pitture e delle sculture di Tina Lupo significa smarrirsi in uno spazio intriso di misticismo. L’arte della Nostra ci trasporta in un percorso che ottunde ai sensi e disloca la mente in una dimensione al di là del percettibile, reso graficamente attraverso una libera reinterpretazione di iconografie del vicino oriente antico. La scultura, realizzata con fusione a staffa in metallo, ci appare come un monolite dalle tinte fosche la cui struttura sulla sommità richiama gli attributi degli dei dell’antico Egitto. L’opera appare quasi come un obelisco posto a frontiera del mondo materiale e quello astrale, spingendo l’osservatore a fermarsi e a meditare, elevando i suoi pensieri verso nuovi piani dell’esistenza. Tina Lupo non è mera artista ma Sacerdotessa di Misteri.


                                                                                                                         Gianni Dunil


                                                                                          IV Esposizione Triennale di Arti Visive a ROMA 2021